RAN

...e la radioattività nociva? Usa RAN (Radio Attività Nociva).
E' una realtà sempre più presente. Tutti conoscono la diossina , il radon, ma anche i raggi solari irradiano R.A. Troppo facilmente si trascura oggi questo problema. Ci si allarma solo per eventi nucleari clamorosi. In verità ci farebbe molto bene usare ogni tanto questo Momos, per evitare future sorprese !

Si utilizza:

Per decontaminare dall’onda della radioattività nociva assorbita.

Importantissimo Momos, vivamente raccomandato a tutti, studiato per annullare gli effetti negativi provocati da “campi” generati da cariche ionizzanti in propagazione da sorgenti radioattive.

Forse la nostra mente fatica ad ammetterlo, ma queste situazioni sono oggi molto più frequenti e diffuse di quanto si possa immaginare: materiali edili, emissioni da stabilimenti chimici (diossina), fughe da centrali nucleari, radioattività nociva naturale (per esempio radon e altri gas), tubi catodici, ma anche la semplice esposizione protratta ai raggi solari. Non si può ignorare quella dose di radioattività nociva che risulta comunque presente in molte sostanze alimentari.

Il Momos RAN svolge l’attività di catalisi di tutti gli elementi Mendeleviani, presenti in atmosfera, capaci di contrastare e neutralizzare tali onde parassite.

Ricordatevi che queste radiazioni sono nocive perché favoriscono la flocculazione dei colloidi cellulari all’interno del nostro corpo e alterano i meccanismi di comunicazione fra nucleolo e citoplasma con conseguente dissesto nella trascrizione del codice genetico operata dal RNA.

Come è noto tale errore di trascrizione è alla base della più parte dei fenomeni degenerativi.

 

Per entrare in possesso del Materiale Turenne (Momos Catalizzatori o altro) occorre seguire un breve Corso d'informazione e formazione, presso la Sede dell'Associazione o presso uno dei suoi Collaboratori specializzati. Il corso è totalmente gratuito.

 

* * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

 

Per meglio comprendere i meccanismi di funzionamento del RAN e di altri Momos ci è sembrato utile, ed opportuno, riportare qui alcune nozioni scientifiche indispensabili, in un "estratto" dall'Enciclopedia Scientifica LAROUSSE, accreditata in tutto il mondo.
(Colloidi in Biologia)

“I CORPI SONO O CRISTALLOIDI O COLLOIDI, ma esiste tutta una gamma tra questi due estremi (e Turenne aggiunge che la gamma si prolunga al di là dei colloidi: ed è precisamente là che lavora il suo meccanismo).
Si separano per dialisi in un liquido attraverso una membrana, i cristalloidi passano soli. D'altronde (i colloidi) sono irreversibili (salvo la gomma arabica). La più parte dei prodotti chimici di laboratorio sono dei colloidi.

L'uomo è composto soprattutto di colloidi (amido, gelatina, cellulosa, albumina, fibrina, caseina, etc.).

COLLOIDI PER VIA ELETTRICA - Due fili d'oro o di platino distanti fra loro 1 mm, attraversati da un arco elettrico nell'acqua distillata danno soluzione d'oro rosso porpora (idrosol d'oro), che rimane colorata.
Si può avere, attraverso, il calore coagulazione pressochè totale (idrogel).
In una vaschetta di vetro un idrosol dà una nebbia luminosa, come una nebulosa (ultra microscopio). Una "vasca" di 2 centesimi di millimetro di lunghezza e di larghezza e di 2 millesimi di millimetro di spessore, contiene ottomila particelle di 1 centomillesimo di millimetro di diametro. Queste sono delle micelle.

Il "centro", il "nocciolo" della micella è influenzato da delle tracce infinitamente piccole di impurità e più il colloide è allo stato puro, più è instabile.
Le particelle colloidali, le micelle, si muovono spostandosi nel campo elettrico.
La parte attiva della micella è ionizzata.
Una parte di ioni è diffusa nel liquido che bagna le micelle.
Gli altri restano attaccati alla massa principale e costituiscono con essa il granulo, di cui essi portano la carica elettrica. (La catena cristalli, colloidi, micelle che proseguono attraverso le onde colloidali).

ASSORBIMENTO - E' il fissaggio di un colore sopra un colloide senza reazione chimica né dissoluzione.
Tintura di stoffe, dovuta alle micelle in sospensione che presentano un intenso potere di assorbimento.
La quantità di colorante assorbita dipende dalla superficie del corpo che assorbe e per il loro numero consistente, le micelle, quantunque individualmente molto piccole, essendo in numero infinitamente grande, determinano una grandissima superficie d'assorbimento.
La seta assorbe una certa materia colorante e il cotone ne assorbe un'altra.
E' la stessa cosa per l'organismo umano.
Ciò spiega perchè un elemento viene a fissarsi su un tessuto e non su un altro. Certi organi sembrano avere il potere di concentrare così un determinato elemento minerale. Per esempio è stata rilevata la presenza di molto zinco nel veleno del serpente, fino al 20% del peso nelle loro ceneri in ossido di zinco. Eppure le piante, e ciò di cui si alimentano i serpenti, ne racchiudono non più dello 0,2% .
Le concentrazioni sono dunque dovute alle micelle organiche dei vegetali e degli animali. L'elodea, pianta acquatica, può fissare il rame
(vedi Original Turenne Catalyst 44 METAUX).

TRASFERIMENTO - RIMOZIONE -Un elemento assorbito da un corpo può venire rimosso da un altro elemento.
Si deduce l'importanza che presenta, in biologia, la rimozione degli elementi minerali sulle micelle dell'organismo. (Vedi: i Momos Catalyst RAN e PARA).

FLOCCULAZIONE - In un idrosol le micelle sono libere, mobili.
Quando esso si trasforma in idrogel le micelle si raggruppano in massa più o meno coerente.
Tra questi due estremi c’è una forma intermediaria detta flocculazione.
Le micelle si radunano per pacchetti immobili di taglia variabile, evidentemente microscopici.
I sieri mal preparati facilitano la flocculazione per l'agglomerazione delle micelle e producono così l'ostruzione dei capillari, provocando l'asfissia (embolie polmonari, per esempio).
La carica elettrica di questa porzione di colloidi, le globuline, diventa allora elettro-positiva ( “choc anafilattico” ) .

CONCLUSIONE : Partendo dai principi sopra espressi, l'ing. Turenne erige il suo Metodo. L'Uomo e gli animali sono formati da colloidi, in un ambiente ionizzato, che contiene un numero infinito di particelle, dette micelle, a carica elettrica, per questo molto mobili. Quando c'è mancanza di certi metalli (leggi: elementi mendeleviani) , o introduzione di metalli sfavorevoli, un certo numero di micelle si agglomerano, perdono la loro carica elettrica negativa, la loro mobilità e determinano la flocculazione.
Le masse di micelle non riprendono che difficilmente i metalli (elementi mendeleviani) che mancano loro e producono l'ostruzione dei capillari, l'asfissia e alla fine la morte.
I nostri Momos Catalyst PARA, RAN, CITY SMOG, FOR SMOKERS, DIRVIS agiscono per rimozione dei metalli (elementi mendeleviani) da rigettare, i nostri Momos Catalyst "44 METAUX" (vedere riferimenti e informazioni specifiche sui Momos Catalyst "44 Metalli") producono l'assorbimento attraverso le micelle dei metalli e della carica elettrica che mancano loro, sopprimendo la flocculazione e sono quindi favorevoli all'equilibrio cellulare.
La differenza fra lo stato delle micelle tra una persona e l'altra spiega l'azione dei medicamenti sui differenti organismi: più rimettiamo la cellula in buono stato, più i medicamenti agiscono normalmente su tutti gli organismi.

Si legge nella prefazione del Libro IX di Turenne (presentazione scritta dai suoi collaboratori):

“Già prima del 1954 l'ing. Louis Turenne aveva studiato le irradiazioni atomiche provenienti dagli esperimenti nucleari, contribuendo a chiarire nella sua estensione l'azione nociva, sia a causa delle nubi di polveri radio-attive generate da questi esperimenti, sia a causa della loro onda pura, sugli esseri e sulle sostanze dotate di vita nel regno vegetale, animale e umano, senza parlare della autentica trasmutazione della materia, creando l'esistenza dell'uranio là, per esempio, dove non ce n'era mai stato prima.
Turenne e i collaboratori del suo Laboratorio di Ricerche Scientifiche sono stati obbligati a chinarsi davanti alla questione dell'uso "pacifico" di tali irradiazioni e a studiare il modo, se non di proteggersi interamente almeno di "scaricarsi" da queste onde nocive, poichè, dopo gli ultimi Congressi atomici di Ginevra, di Londra e altri, alcuna sostanza chimica, conosciuta allora, ne possedeva il potere”.

dal Libro IX di Turenne ing. Louis

I noti episodi di contaminazione da onde e polveri Radio-Attive (Cernobyl, etc.) hanno riportato d'attualità il problema. Anzitutto è bene sia chiaro alle persone non addette ai lavori un principio fondamentale.
La Radio-Attività è il meccanismo della vita: (Turenne scopre la radioattività “buona”).
Nel corpo umano si misurano cinque punti per natura Radio-Attivi (ogni altro punto R.A. è sede di malattia).

Si conoscono pietre, rocce e acque radio-attive molto benefiche e per nulla pericolose.

Si conclude che il "problema della radio-attività nociva" è costituito o da corpi radio-attivi non riconosciuti dal corpo umano perché non gli appartengono, o da altri a lui noti, ma presenti in grande concentrazione e con lunghezze d’onda alterate, capaci di scardinare nucleo, micelle, e protoplasma cellulare.

Le informazioni assunte presso Laboratori, in questa materia Specializzati, affermano che al seguito di Cernobyl (maggio '86), oggi, si rintracciano presenze più di Cesio che di Jodio in diversi alimenti.
Ma tutti gli uomini della Terra al seguito di Cernobyl, ed altri fatti simili che continuamente avvengono a nostra insaputa.... hanno "caricato" in sé presenze nocive di questo tipo (a causa delle polveri o a causa dell'onda pura).

Non è ancora stato annunciato un prodotto ufficialmente e concretamente utile a risolvere la decontaminazione.

Qualche prodotto omeopatico o qualche consiglio di terapie oligo-minerali sono arrivati dalla parte della Medicina Alternativa, ma non ci sembrano risolutivi.

Torna invece molto utile il meccanismo degli Apparecchi TURENNE, già sperimentati ampiamente e UNICI per la loro azione di rimozione degli "elementi indesiderabili" della RADIO-ATTIVITA' NOCIVA: in questo caso il Momos RAN. Per catalisi, indirettamente, viene modificato il “terreno umano”. Per effetto delle sue speciali Contro-onde, si otterrà la completa desaturazione dalle nocività in argomento.
Si sollecita qui l’impiego dei Food Momos DIRVIS appositamente studiati per decontaminare tutte le sostanze alimentari prima dell’ingestione.










Tutto sui Momos

Le grandi
categorie

Louis
Turenne